Garante Privacy. Vietato attivare schede telefoniche e segreterie a insaputa dei clienti

NetworkProvider e servizi Internet

Stop ai servizi non richiesti, si rischiano anche sanzioni penali

ROMA. Vietato intestare schede telefoniche prepagate a clienti ignari o attivare senza precisa richiesta segreterie o altri servizi, come la selezione automatica dell’operatore telefonico o linee Internet veloci. I gestori telefonici devono mettere in atto procedure per verificare tempestivamente le anomalie e vigilare sull’operato dei rivenditori e dei call center. Il Garante per la privacy, composto da Francesco Pizzetti, Giuseppe Chiaravalloti, Mauro Paissan e Giuseppe Fortunato, interviene a tutela di utenti e abbonati telefonici con un provvedimento a carattere generale nel quale impone a gestori telefonici e agli altri operatori di comunicazione elettronica le regole da rispettare per evitare comportamenti illeciti e non andare incontro a sanzioni, anche di tipo penale. Numerose sono state in questi anni le segnalazioni e i reclami presentati al Garante nei quali si sono lamentate prassi vietate. Queste le principali prescrizioni del Garante: gli operatori telefonici mettano in atto procedure per rilevare tempestivamente intestazioni multiple di schede ad una medesima persona e quando le intestazioni siano superiori a 4 (per le persone fisiche) e a 7 utenze (per le societa’) l’operatore dovra’ chiedere espressa conferma all’intestatario. Non si possono attivare servizi senza espressa volonta’ degli interessati, di conseguenza le persone vanno contattate solo se hanno manifestato un preventivo consenso a ricevere chiamate e comunicazioni promozionali. Gli addetti ai call center dovranno spiegare agli interessati da dove sono stati estratti i dati personali che li riguardano. Deve essere, inoltre, immediatamente registrata e rispettata la volonta’ di non ricevere il servizio e la eventuale contrarieta’ all’uso dei dati. Operatori telefonici, di comunicazione elettronica e call center dovranno controllare, anche a campione, l’attivita’ di rivenditori e incaricati, anche allo scopo di rintracciare immediatamente chi materialmente abbia effettuato l’attivazione indebita. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore