Garmin: in arrivo la Tv digitale e Nüvifone, lo smartphone/GPS

AziendeDispositivi mobiliMobility

Sandro Ligossi, amministratore delegato di Garmin Italia, fotografa il mercato dei navigatori personali e presenta i nuovi modelli dell’azienda

Il mercato dei navigatori sta vivendo un gran fermento. Lo stesso Sandro Ligossi, amministatore delegato di Garmin in Italia, tratteggia un quadro che vede i tre grandi vendor di dipositivi Pnd circondati da una pletoria di piccole aziende, che insieme detengono il 23% del mercato a livello mondiale. “Garmin ha una quota del 28% (fonte Canalys, ndr) in questo mercato, davanti a TomTom con il 27% e a Mio Technology che con Navman raggiunge il 12%– precisa Ligossi -.Ma altre decine di player meno conosciuti, che insieme detengono il 23% di marketshare, segnalano una frammentazione accentuata che in parte ha determinato il calo dei prezzi e quindi ha reso la vita più difficile ai player di mercato con un brand riconosciuto. Ciononostante, Garmin ha fatto registrare nel 2007 una crescita del fatturato del 79% sull’anno precedente, per un valore complessivo di circa 3 miliardi di dollari”.

nuvifone_hauptbild_.jpg

L’analisi di Sandro Ligossi non nasconde ottimismo, per quanto il mercato sia ancora molto instabile, in Europa: “Il trend discendente dei prezzi è evidente– prosegue Ligossi -: nel 2006 il 44% dei pezzi venduti si collocava in una fascia tra i 300 e i 399 euro. Nel 2007, in questa stessa fascia, c’era spazio solo per l’8,05% dei prodotti, mentre il 54% aveva un prezzo tra i 200 e i 299 euro. In Europa la situazione, poi, è meno brillante che negli Stati Uniti, per Garmin. Leader di mercato è il competitor TomTom (con il 32%) e la fetta di mercato riservata alla nostra azienda è del 23%, ma i competitor minori insieme tocca ben il 30% di market share”. In Italia, invece, (fonte GFK) Garmin ha fatto registrare un sellout nel 2006 di 632.000 pezzi, ma nel 2007 i PND venduti hanno toccato le 1.358.300 unità (+114,7%). “Questo ha consentito a Garmin di rafforzare il proprio market share dal 14% del 2006, al 22% del 2007”precisa Ligossi.

Il futuro è però difficile da decifrare: da un lato Nokia, con una community sempre più forte e con investimenti nei servizi, dall’altro un player come TomTom, con TeleAtlas, sembrano restringere il margine di azione dei competitor. Ma “Garmin– conclude Ligossi – ha deciso di scommettere sul futuro, con lo stile di sempre: attenzione al servizio postvendita, qualità e innovazione tecnologica. E con i nuovi modelli siamo convinti che il pubblico saprà riconoscere il valore dei nostri device e si dimostrerà ancora una volta disposto a spendere pochissime decine di euro in più per un PND affidabile”.

Proprio nell’ottica di rafforzare l’impatto del brand sul pubblico, Garmin è pronta a lanciare nel prossimo mese il Nüvi 900T, un navigatore multimediale con la TV Mobile DVB-H integrata, insieme a 3 Italia, e il Nüvifone, che però arriverà più avanti, in autunno. Entrambi i PND sono stati annunciati per la prima volta al Mobile World Congress di Barcellona e Vnunet ne aveva dato notizia .

Il Nüvifone è un device di nuova concezione. Basato su Linux, la sua funzione principale è certamente quella di ricevitore GPS e navigatore, ma consentirà anche di effettuare telefonate, ricevere la posta elettronica, navigare sul Web e inviare e ricevere e-mail. Ancora da definire eventuali accordi con gli operatori mobili, così come anche il prezzo e le specifiche complete, nonché quali saranno le applicazioni integrate. Sembra esclusa la possibilità di utilizzare le applicazioni Office. Un ibrido quindi, sarà interessante vedere come reagirà il pubblico.

nuvi.png

Nüvi 900T, invece, è il navigatore con la TV. Funziona con Usim 3, che sarà inclusa nella confezione. Il bouquet dei canali comprende i programmi Rai, Mediaset, Sky e Boing, oltre alle produzioni La3 TV, La3 Live e La3 Sport. Per sei mesi i programmi La3 TV saranno gratuiti. Il Nüvi 900T è dotato, inoltre, di antenna per il monitoraggio del traffico Infoblu. La chiarezza del display touchscreen da 4,3 pollici e la possibilità di ascoltare i file Mp3, gli audiolibri, nonché di giocare, fanno davvero pensare a un navigatore con una spiccata vocazione multimediale.

nuvifone_startscreen.png

Un dettaglio dell’interfaccia delNüvifone

Ma in un paese in cui è normale viaggiare con una mano sul volante e l’altra all’orecchio con in mano il cellulare, era proprio il caso di proporre la TV sul navigatore GPS?

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore