Gartner ai manager: puntate sull’outsourcing

Workspace

Si è aperto ieri a Barcellona il Symposium IT Expo, che prevede una
nuova ondata di crescita e innovazione, in un futuro dove la tecnologia
diventerà intima.

Non si sono dilungati in generici discorsi introduttivi gli analisti di Gartner nella giornata di apertura del Symposium IT Expo, che si tiene in questi giorni a Barcellona. Ma hanno mirato subito al nocciolo della questione: quali saranno le aree tecnologiche che a partire dal 2006 e per i prossimi dieci anni governeranno la nostra vita? Ci si attende una nuova generazione di innovazione e di crescita che creerà nuovi mercati e benessere – ha dichiarato ieri Michael Fleisher, Chairman e Chief executive di Gartner – ma la ripresa sarà accompagnata da un pesante perdita di posti di lavoro al quale far fronte solo con l’outsourcing. L’IT dovrà aiutare le aziende a capire che cosa affidare all’esterno e mostrare loro come fare. Solo i manager IT saranno in grado di influenzare questa transizione verso l’outsourcing: una politica di protezionismo, anche a livello nazionale, sarebbe fallimentare. A partire dal 2006 secondo Gartner saranno quattro le aree tecnologiche da sviluppare e supportare: – Ci sarà un nuovo modo di misurare e monitorare gli ambienti anche nei minimi dettagli (sensor networks). Ogni cosa sarà connessa e conosciuta, in questo modo si aumenterà l’efficienza, si ridurranno i costi e si incrementerà il business. Questa tecnologia sarà comune in cinque anni e sarà diffusa ovunque nei prossimi dieci. Un ospedale potrà tenere traccia di ogni paziente e di ogni medicina, così come una compagnia aerea farà con ogni passeggero e ogni bagaglio ha dichiarato Martin Reynolds di Gartner. – Tutto questo in un mondo sempre più connesso, senza fili, a partire da pda, smart phone, dispositivi bluetooth, payer MP3 (wireless), dove la gestione delle informazioni sarà più facile sarà grazie alle nuove forme di archiviazione e di accesso rapido ai dati. – Infine, si lavorerà su una architettura capace di catturare, archiviare, analizzare miliardi di transazioni, in modo da creare una infrastruttura rete di servizi (Real-time infrastructure). La manifestazione, che si concluderà il 17 marzo, continuerà su questo filone. Secondo Gartner, nei prossimi dieci anni, la tecnologia avrà un impatto molto forte sulla vita di ognuno di noi, sia che a noi piaccia oppure no, la tecnologia diventerà anche intima – ha concluso Nick Jones, Vice President Research Fellow di Gartner -. Nel futuro ogni cosa sarà connessa al resto. La battaglia non si combatterà più su chi raccoglierà le informazioni ma su chi potrà gestirle. Questo farà sì che la gestione della privacy sarà una delle decisioni più cruciali da prendere nei prossimi dieci anni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore