Gartner dice la sua su Snow Leopard di Apple

Sistemi OperativiWorkspace

Il nuovo Mac Os X 10.6, uscito il 28 agosto, sfida il prossimo Windows, il sistema operativo di Microsoft che andrà a scaffale il prossimo 22 ottobre. Ecco le raccomandazioni di Gartner

Snow Leopard, il nuovo sistema operativo di Apple, presentato in grande stile a Wwdc , è uscito un po’ in sordina il 28 agosto. Le recensioni di Mac Os X 10.6 sono buone e parlando di un solido upgrade al prezzo competitivo di 29 dollari (salvo qualche incompatibilità dell’ultim’ora: 12 applicazioni, da Parallels 2.5 a McAfee VirusScan 8.6).

I punti di forza e le caratteristiche di Snow Leopard sono: GrandCentral Dispatch e OpenCL (per il supporto al multi-core e al sistema grafico aperto); il supporto nativo (incluso nel prezzo) a Microsoft Exchange, il che lo rende appetibile agli utenti corporate; lo completono poi un Finder più flessibile, un backup più veloce con Time Machine e la video chat a più alta risoluzione; il tutto a prezzi competitivi (Snow Leopard sarà disponibile a settembre a 29 dollari – Family Pack da 49 dollari); Snow Leopard promuove la transizione a 64-bit; il sistema operativo non gira più sui vecchi PowerPc, ma solo sui Mac con chip Intel; infine Snow Leopard Server include nuove funzionalità come Podcast Producer 2 e Mobile Access Server.

Anche Gartner ritiene importante l’integrazione di Exchange su Mac, tuttavia suggerisce alle aziende di non sottovalutare le difficoltà in caso di passaggio dal mondo Pc a Mac. Ai gruppi IT Gartner consiglia di diventare Os-neutral, ovvero meno dipendenti dai sistemi operativi, spingendo su architetture Soa e orientate al Web. In quest’ultimo ambito, Gartner consiglia di prestare grande attenzione all’Html 5, ai Css 2.1, e ai protocolli di interoperabilitàOpenID e oAuth.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore