Gartner, la Connected Home riparte dal CES 2015

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Il CES 2015 secondo Gartner
1 0 Non ci sono commenti

Il CES 2015, la fiera dell’elettronica che si tiene a inizio dell’anno a Las Vegas, accenderà i riflettori su Connected Home e Internet delle Cose. Le previsioni della società d’analisi Gartner

Il CES 2015 è alle porte. Si terrà a Las Vegas, come di consueto, nei primi giorni dell’anno. Secondo la società d’analisi Gartner, ecco cosa dobbiamo aspettarci dalla fiera di elettronica. Tema di grande attualità sarà la Connected Home, la casa sempre più smart ed efficiente grazie a Internet delle Cose e a dispositivi mobili: vedremo termostati smart e illuminazioni abilitate dal wifi, device per monitorare la casa (videocamere di sicurezza che inviano in broadcasting allo smartphone del proprietario, ma anche videocamere che si collegano a una stazione centrale di controllo).

Il 16% dei proprietari di casa sul Web in Usa e Germania ha un dispositivo casalingo connesso: la Germania ha meno del 10%, il 4% dei partecipanti statunitensi possiede ha uno o più device (meno di 25 milioni negli USA). In Germany solo il 3% degli intervistati. Finora il mercato della Connected Home non ha spiegato i benefici in termini di risparmio energetico o di automazione di attività ripetitive.

Finora i dispositivi di Connected Home più popolari sono stati i sistemi di sicurezza ed allarmi, per l’80%. Solo il 20% ha investito in prodotti smart, per l’illuminazione, il controllo delle temperature, applicativi elettrici per lavare l’auto, o aprire / chiudere il portone principale.

 A democratizzare il concetto di domotica e casa Smart potrebbe essere Apple HomeKit: nuove integrazioni con iOS si vedranno al prossimo CES.

Il CES 2015 secondo Gartner
Il CES 2015 secondo Gartner
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore