Gartner: Il mercato degli Smartwatch decollerà

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Il mercato smartwatch sotto la lente di Gartner (in foto: Motorola Moto360)
1 1 Non ci sono commenti

Sette vendor di smartphone su dieci sono già entrati (o stanno per entrare) nel mercato della wearable tech, la tecnologia da indossare. La fotografia del settore scattata dalla società d’analisi Gartner

Smartwatch, braccialetti hi-tech, gadget indossabili: l’era della Wearable Tech è finalmente alle porte. La società d’analisi Gartner prevede che il mercato degli Smartwatch decollerà. Dal 2015, gli orologi hi-tech basati su Android avranno un prezzo medio di 150 dollari, man ano che gli OEM e ODM conquisteranno il mercato di massa consumer in Cina e a livello globale.

I vendor di smartphone e i supplier continueranno ad espandersi nel mercato della wearable. Gartner prevede che dal 2016 gli smartwatch rappresenteranno circa il 40% dei dispositivi indossati al polso in ambito consumer. La società d’analisi  afferma che 7 su 10 vendor di smartphone sono già entrati (o stanno per entrare) nel mercato della wearable tech, la tecnologia da indossare, con un proprio prodotto: solo un anno fa i vendor interessati si limitavano a due. Ricordiamo che Sony è stata pioniera, seguita a ruota da Samsung.

Il mercato smartwatch sotto la lente di Gartner (in foto: Motorola Moto360)
Il mercato smartwatch sotto la lente di Gartner (in foto: Motorola Moto360)

“Apple ha finalmente svelato il suo atteso Apple Watch, in vendita dal 2015,” ha spiegato Angela McIntyre, direttore ricerche presso Gartner. “Apple ha introdotto tre modelli di smartwatch che verranno venduti a prezzi diversi, con il modello più sportivo a partire da 349 dollari. Come per iPhone, Apple punta su una strategia di prezzi elevati che limiterà il market share di Watch; Apple pone grande attenzione sul design e sull’interfaccia utente (UI), noi crediamo che questo prodotto sarà in grado di attrarre molti utenti.”

 

“Il Sony Smartwatch e il Samsung Gear hanno ricevuto grande attenzione da parte della stampa, ma hanno suscitato meno entusiasmo da parte degli utenti consumer”, hanno pesato una non chiara value proposition e un design non soddisfacente, secondo Annette Zimmermann, direttore ricerche di Gartner. “Nrl  2014, vedremo pochi sviluppi positivi in termini di design ed esperienza utente (UX) ma ci aspettiamo che gli utenti consumer mostrino maggiore interesse nella seconda metà dell’anno.”

Gli ultimi modelli di smartwatche sono stati ottimizzati enormemente sul versante design rispetto agli orologi della prima ora. Adesso hanno accolto le funzionalità di Android Wear: dalla ricerca vocale alla navigazione turn-by-turn, dai reminder contestuali alle annotazioni via input vocali — di fatto, l’esperienza Google Now su piccolo schermo.

 

Un recente studio consumer condotto da Gartner all’inizio del terzo trimestre del 2014 ha fornito alcune indicazioni utili sulla base installata della wearable associata al fitness e degli orologi dedicati allo sport. Oggi gli americani hanno più braccialetti fitness ed “altri monitora-fitness” che orologi sportivi. Gli sport watch non hanno mai conquistato il mercato di massa. Gartner prevede invece una proliferazione di wearable per il fitness.

Gli smartwatch e i braccialetti al polso per il fitness hanno ridotto l’uso degli  smartphone. Si parla da due ad otto ore di tempo d’uso ridotto. Se lo smartphone viene utilizzato per meno ore, aumenta anche la sua autonomia: richiede meno  ricariche in un giorno.

Dei dispositivi testati, la durata della batteria potrebbe durare da cinque a sei giorni. Man mano che gli utenti consumer aggiungono più device, aumenta il numero di gadget che richiede la ricarica. Un’efficiente batteria potrebbe compromettere un design leggero e poco ingombrante — ma una famiglia desidererebbe uno smartwatch la cui batteria duri diversi mesi.

L’evoluzione del form factor sarà dunque esposto a questi diversi fattori: da un lato il design, dall’altro la batteria.

I vendor di semiconduttori in Cina sono già pronti alla prossima generazione di dispositivi consumer. Vendor locali ciinesi hanno lanciato braccialetti fitness mettendo pressione su player come Fitbit e Jawbone.  E guardano già all’espansione internazionale.

I produttori cinesi stanno sfoderando un’ampia gamma di form factor, sistemi operativi, connettività e sensori. L’espansione globale sarà accelerata nel 2015 e si prevede un dispositivo con Android Wear per conquistare una platea più ampia. Sebbene i vendor cinesi faticheranno di più sul design, si avvantaggeranno del basso costo dell’ecosistema della supply chain cinese. I vendor cinesi sono in grado di realizzare smartwatch con Android Wear a un prezzo aggressivo sotto i 150 dollari, con design decente e sensori, in breve tempo: traineranno l’adozione di massa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore