Gartner, il mercato Pc frena la caduta. Ma l’erosione continuerà anche nel 2015

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Adobe rilascia Photoshop per Chrome OS (in foto: Hp Chromebook)
1 4 Non ci sono commenti

Il mercato Pc limita i danni grazie al pensionamento di Windows Xp. Ma anche il 2015 sarà contrassegnato dal segno negativo. Invece raddoppia in due anni il segmento ultrabook. L’analisi di Gartner

La fine del supporto di Windows XP rivitalizza un mercato Pc, dopo anni di caduta libera. Ma anche il pensionamento del longevo Xp, non riporta il segno più, bensì si limita a una terapeutica riduzione del danno, senza imprimere un’inversione a U. Secondo la società d’analisi Gartner, il tramonto del supporto di Windows XP ha obbligato gli utenti business e non solo ad acquistare nuovi PC, ma le vendite rimangono in flessione, sebbene la frenata sia meno brusca rispetto a un anno fa. Xp si è limitato a mettere il paracadute alla discesa, ma senza imprimere la svolta. E il mercato Pc non tornerà a crescere neppure nel 2015.

Secondo Gartner, il mercato Pc archivierà il 2014 in flessione del 2.4%: meglio del crollo del 9.% del 2013. Ed è merito delle aziende che stanno sostituendo i Pc con Xp, tornando a comprare computer dopo anni di “sbornia Mobile”.

Si prevede che il mercato dei Pc desktop totalizzerà 276 milioni di unità vendute nel 2014, in calo del 2,4% (19 milioni di computer rispetto ai 296 milioni del 2014). La graduale erosione del mercato PC continuerà anche nel 2015, quando le vendite scenderanno di altre 15 milioni di unità a 261 milioni di Pc.

Gartner: Il mercato Pc limita i danni (in foto: Hp Chromebook)
Gartner: Il mercato Pc limita i danni (in foto: Hp Chromebook)

E Ranjit Atwal, direttore ricerche presso Gartner, non mette gli occhiali rosa neanche nel 2016: sarà un anno di calma piatta rispetto al 2015. Il mercato professionale si è risvegliato: e non solo sta sostituendo le macchine Xp, passando a Windows 7; ma c’è chi manda in pensione anche Seven.

Maggiore ottimismo si osserva sul versante ultramobile e premium, nel segmento ultrabook, che va al raddoppio in un biennio. Le vendite passeranno da 22 milioni nel 2013 a 32 milioni nel 2014, per impennarsi a 55 milioni nel 2014.

Il mercato tablet continuerà a crescere nel 2014 per raggiungere 256 milioni di unità, in crescita del 23.9% dal 2013. Un incremento che non si arresterà nel 2015 quando il mercato tablet salirà a 320.964 tavolette multitouch. Sempre sul fronte hardware, i telefonini passeranno da 1,806,964 nel 2013 a  1,862,766 nel 2014, quindi a 1,946,456 nel 2015.

La battaglia dei sistemi operativi vedrà fra i protagonisti Apple, Android e  Windows. Dal 2015 Android, Windows e iOS/Mac OS saliranno su 2,045,936 dispositivi combinati, contro i 546 milioni di device con OS alternativo come Firefox OS o Tizen. Gli utenti consumer cerano OS con un florido ecosistema ricco di apps.

Il mercato globale di PC, tablet, ultramobile e cellulari raggiungerà i 2.4 miliardi di unità nel 2014, registrando un incremento del 4.2% rispetto al 2013. Raggiungerà i 2.6 miliardi nel 2015, man mano che si alza la domanda di hardware.

Conoscete Windows Xp, l’OS che ha terminato la corsa nell’aprile 2014? Misuratevi con un Quiz!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore