Gfk: i televisori trainano il mercato, ma l’Europa cresce poco

Management

In occasione di IFA 2008 Gfk presenta i dati di vendita dell’elettronica di consumo a livello mondiale : bene Tv, GPS, cellulari e notebook, ristagnano i lettori Mp3 e l’Europa cresce solo del +2%

I mercati mondiali di prodotti tecnologici stanno continuando a espandersi: quest’anno la spesa per audio, video, fotografia, informatica e telecomunicazioni si prevede aumenti del 9%, assestandosi a 462 miliardi di euro per il 2008. Questa previsione è frutto di un’indagine effettuata da Gfk Retail Tracking in 73 paesi mondiali e presentata all’ Ifa 2008 di Berlino.

L’Asia è il continente con il più rapido tasso di crescita, con il 17% di aumento delle vendite guidato principalmente dall’espansione in Cina. Gli altri principali centri di crescita sono Brasile, Russia e India.I mercati dell’Europa occidentale e nordamericani si prevede raggiungano rispettivamente +2% e +5%.

Le tre categorie più importanti di prodotti sono fortemente in espansione: parliamo dei telefoni cellulari che crescono del 14% all’anno in termini di valore, dei televisori (+11%) e dei Pc consumer (+10%). In ciascuna di queste categorie, che insieme costituiscono il 65% circa del mercato totale, la crescita è guidata dall’innovazione, in forma di prodotti come smartphone e Tv a schermo piatto, e dalla continua transizione dal desktop al notebook.

Altri prodotti che contribuiscono al quadro positivo sono i dispositivi portatili di navigazione che si prevede quest’anno cresceranno del 49% in volume.

I consumatori dell’Europa occidentale hanno speso il 2% in più in elettronica di consumo nel primo semestre del 2008 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Circa il 60% delle vendite in valore è venuto da tre paesi: Gran Bretagna (22%), Germania (21%) e Francia (17%). Il rimanente 40% proviene dagli altri sette paesi dell’Europa occidentale. Ancora una volta, il prodotto con la crescita più elevata è stato il televisore a schermo piatto, le cui vendite sono aumentate del 14%.

La previsione totale di Gfk per le vendite di elettronica di consumo nell’Europa occidentale è di circa 46 miliardi di euro nel 2008.

Come negli anni precedenti, in questo mercato i televisori sono i maggiori driver di crescita: la spesa per questi prodotti è aumentata dell’8% e l’84% delle vendite proviene dal modelli Lcd e il 14% dalle Tv al plasma. I tradizionali Tv Crt rappresentavano soltanto il 2% del totale delle vendite.

Le vendite di Tv Lcd sono cresciute del 19% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con aumenti consistenti negli schermo di grandi dimensioni di 37 pollici e oltre, che ora rappresentano il 25% delle unità vendute. Tuttavia, gli schermi a 32 pollici rimangono i più popolari, in quanto scelti dal 33% dei consumatori.

Le vendite di Tv al plasma sono diminuite dell’8% in termini di valore come risultato di un calo dei prezzi. Oltre il 60% dei clienti sceglie schermi a 42 pollici, anche se gli schermi a 50 pollici stanno diventando sempre più popolari, e rappresenta il 25% degli acquisti. Sulla base di queste tendenze, GFK prevede vendite di 30,5 milioni di televisori LCD e 2,9 milioni di apparecchi al plasma nell’ Europa occidentale quest’anno.

I televisori ad alta definizione sono ora gli standard di mercato, che rappresentano l’86% delle vendite per gli LCD e il 98% di quelle al plasma.I Full-HD TV stanno diventando sempre più popolari, e ora rappresentano il 15% delle vendite di display LCD e il 12% di quelle al plasma.

La spesa media sui televisori durante il periodo è rimasta invariata, a poco meno di 700 euro. Tuttavia, i prezzi sono in caduta libera: un 37 pollici a schermo LCD costa ora il 21% in meno rispetto lo scorso anno, e uno schermo a 50 pollici al plasma quasi un terzo in meno. Il prezzo complessivo degli schermi è però rimasto invariato, il che riflette la continua tendenza al televisore più grande e più costoso e con più funzioni.

Ancora in declino il mercato europeo occidentale per lettori DVD e i registratori.

Le unità vendute sono scese del 13%, e il valore delle vendite del 17%. Le vendite di DVD player sono scivolate del 12% e i DVD recorder del 21%.

Il quadro per gli HD player è più incoraggiante. Ora che Blu-ray sta diventando il successore del DVD, i playe r Blu-ray contribuiscono con oltre il 9% del valore totale delle vendite di lettori DVD, e il 2% a volume delle vendite. Comunque, i prezzi sono pronti a scendere in questo segmento ed entro giugno 2008 più del 37% delle unità hanno avuto un costo inferiore a 300 euro.

Le previsioni di Gfk sul totale delle vendite per l’anno in corso è di circa 12,8 milioni per i tradizionali lettori DVD Home, mezzo milione di unità Blu-ray e 5,7 milioni di registratori DVD.

Nel primo semestre dell’anno, il volume delle vendite di videocamere è sceso di solo un punto percentuale, ma la continua pressione sui prezzi ha portato a una riduzione del 12% del valore delle vendite. Tuttavia, le videocamere digitali con hard disk drive (HDD) hanno sperimentato

una crescita significativa, con volume di vendite fino al 65% e il valore di tali vendite del 34%.

Le unità HDD contano ora per il 42% del totale delle vendite di videocamera per valore. Un’altra interessante tendenza: le videocamere ad alta definizione hanno già superato in volume il 10% del mercato e del 25% in valore. La previsione vendite è di circa 4,2 milioni di euro nel 2008.

La domanda dei consumatori per l’home hi-fi è rimasta in gran parte invariata nel corso dei primi sei mesi dell’anno, con vendite in diminuzione del valore di solo l’1%. Ciò è in parte il risultato di un aumento della domanda di singoli componenti di fascia alta ma la tendenza è stata anche influenzata dalla crescente domanda sistemi di home theater completi, che è cresciuta del 6% in termini di valore.

Ulteriore impulso è venuto da nuovi prodotti, in particolare dai sistemi audio completi con docking per MP3, proiettori per il surround virtuale e soluzioni di streaming audio. Il valore totale delle vendite di questi prodotti è triplicato dalla prima metà del 2007.

Dopo la rapida crescita degli ultimi anni, il mercato dei lettori MP3 ha raggiunto il punto di saturazione, con il risultato che il volume delle vendite è diminuito del 12% nel il primo semestre del 2008 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Gli hard disk sono stati in gran parte sostituiti dalle sempre più economiche memorie Flash, e anche tra gli high-end video player oltre l’80% delle vendite utilizza la tecnologia Flash.

La previsione di vendita per Gfk è di circa 35,5 milioni di lettori MP3 nel 2008.

Gli accessori, come ad esempio le docking station e gli auricolari, hanno visto le vendite aumentare del 13% in termini di valore e continuano a beneficiare in maniera significativa del mercato dell’MP3.

Per quanto riguarda l’elettronica in-car la domanda esiste, ma le vendite si riducono in termini di valore. Per la prima volta in diversi anni, questo mercato ha vissuto un’esperienza negativa, con vendite in calo di 11%. Questo è causato dalla divergenza tra un 38% di crescita in volume dei dispositivi portatili di navigazione e di una diminuzione del 7% delle vendite. I prezzi sono diminuiti del 32% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e oggi sono in media di 202 euro.

I produttori stanno attualmente attirando i clienti aggiungendo funzionalità piuttosto che ridurre i prezzi. Le vendite in Europa occidentale di dispositivi di navigazione portatile sarà pari a 17,6 milioni di euro nel 2008.

Nonostante un numero sempre maggiore di player e registratori abbiano al proprio interno dello storage, la domanda di CD vergini è diminuita del 16% e per i DVD del 2%. Comunque, le vendite di schede di memoria, in particolare i formati micro, sono aumentate del 32% in quanto le memory card sono diventati sempre più comuni su lettori MP3 telefoni mobili, macchine fotografiche e strumenti di navigazione. La domanda di stick USB è aumentata di più del 38%, non da ultimo perché un numero sempre maggiore di apparecchi elettronici di consumo hanno interfacce USB.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore