Gigaset GS160, smartphone “facile” con il sensore di impronte digitali

MobilitySmartphone

Gigaset GS160 è uno smartphone di fascia bassa, accessibile a tutti, con alcune interessanti caratteristiche, per accedere in velocità alle applicazioni dal sensore per le impronte digitali alle scorciatoie. Peccato per la scelta di utilizzare microSIM

Gigaset propone lo smartphone GS160 (14,4×7,2×0,95 cm e 139 grammi di peso) come soluzione di fascia bassa, ma non certo per tante delle sue specifiche. Si tratta di un dispositivo Android 6.0 Marshmallow (non è la versione più recente di Android), 4G/LTE  con fotocamera posteriore da 13 MP, slot dual sim con la navigazione 4G consentita con una sola delle due SIM a scelta dell’utente, mentre le altre funzionalità sono sempre disponibili senza bisogno di passare da dall’una all’altra.

Troviamo incomprensibile però la scelta di Giaset di utilizzare slot per microSIM, e infatti il vendor offre nella confezione l’adattatore per chi ha una nanoSIM. Lo smartphone integra, a suo grande merito, anche il sensore di impronte digitali per l’autenticazione… E così la proposta prende quota. Il display touch ha la diagonale da 5 pollici con tecnologia IPS e risoluzione HD (294 ppi).

GS160_Black_FR_Screen01_EN
Gigaset GS160

La risoluzione del display è uno dei fattori che ha aiutato a mantenere il prezzo contenuto (ma il rapporto qualità prezzo è vantaggioso comunque), insieme alla scelta del processore, alla RAM disponibile e alla memoria interna. Nel primo caso si tratta di un Cpu Mediatek che lavora alla frequenza di 1,3 GHz , quad-core, il sistema operativo potrà sfruttare solo 1 Gbyte di Ram e per le applicazioni si avranno a disposizione poco meno di 16 Gbyte di memoria, comunque espandibile tramite la scheda microSD fino a 128 Gbyte. Per quanto riguarda l’autonomia, con una cpu non top di gamma la capacità di 2500 mAh consentirà di portare a termine la giornata senza problemi.

La scelta di Gigaset su questo modello è stata di concedere la massima facilità d’uso e autenticazione proprio inserendo il lettore di impronte digitali, tra le caratteristiche più richieste in assoluto dagli utenti, il GS160 consente la memorizzazione di fino a cinque impronte diverse.

Ben nutrito anche il comparto multimediale con la fotocamera posteriore con il sensore da 13 MP con apertura f 2.2, autofocus (i video si catturano con risoluzione Full-HD), con flash a led, mentre quella anteriore lavora con un sensore da 5 MP, anche in questo caso la scelta di proporre uno smartphone ergonomico e semplice ha portato Gigaset a posizionare il pulsante di scatto sul dorso, in modo che quando si scattano i selfie si terrà lo smartphone in modo naturale e si scatterà con l’indice. E se ancora pensate che sia troppo complicato si può impostare lo smartphone in modo che alla comparsa del sorriso, o del segno V di vittoria tipico, la fotocamera scatterà da sola.

Gigaset GS160
Gigaset GS160

Anche per lanciare le applicazioni Gigaset ha pensato a modalità intelligenti di utilizzo: per esempio se si disegna la W si apre WhatsApp, mentre se si marca una S si avrà accesso ai risultati sportivi, con Gigaset GS160 che può memorizzare fino a 8 disegni da collegare alle relative applicazioni preferite, e quando servirà uno screenshot invece che dover cercare su Internet la combinazione di tasti vi ricorderete semplicemente di scorrere tre dita dall’alto verso il basso.

Le buone notizie arrivano in fondo. Mentre tanti brand hanno esordito proponendo smartphone, anche di qualità, a un prezzo molto accattivante, assestandosi poi su una proposta di livello più elevato, ma anche più costosa, Gigaset, che entra ora in questo agone decisamente difficile, parte con un’offerta entry level, con buone tecnologie, a un prezzo molto intelligente di 129,90 euro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore