Giocando contro la fame

AccessoriWorkspace

Il gioco si chiama Food-Force ed è stato ideato dal World Food Program (WFP) delle Nazioni Unite

BOLOGNA – Un videogioco strategico in cui l’obiettivo non è eliminare le forze nemiche e potenziare le proprie unità ma sconfiggere la carestia e fornire cibo alle popolazioni che muoiono di fame. Il gioco si chiama Food-Force ed è stato ideato dal World Food Program (WFP) delle Nazioni Unite per sensibilizzare le giovani generazioni sulla lotta alla fame nel mondo. Food-Force è stato presentato in Italia alla Fiera dei Libri per bambini di Bologna. Il gioco è ambientato nell’immaginaria isola di Sheylon (anche se è evidente il riferimento a Ceylon) e si dipana attraverso sei missioni lungo le quali viene illustrata l’attività svolta dal Word Food Program. I giocatori dovranno creare ponti aerei, ricostruire i villaggi distrutti e dare da mangiare ai loro abitanti. Food-Force è ispirato, neppure troppo velatamente, alla catastrofe umanitaria nel Sud-Est asiatico a seguito dello Tsunami dello scorso dicembre. Il gioco si può scaricare gratuitamente al sito www.food-force.com

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore