Giochi… pericolosi

AccessoriWorkspace

L’esposizione prolungata ai videogiochi violenti abbasserebbe la percezione della violenza reale

JEFFERSON CITY (Usa) – L’esposizione prolungata ai videogiochi violenti abbasserebbe la percezione della violenza reale. È questo il sorprendente risultato della ricerca condotta dallo psicologo Bruce Barthlow docente dell’Università del Missouri.Secondo lo studio i giochi cruenti avrebbero un effetto anestetizzante sulla struttura neurologica del cervello impedendo di percepire la violenza reale come tale. La ricerca è stata condotta su 39 giocatori scelti sulla base della loro preferenza nei confronti dei titoli più sanguinolenti.L’intero campione è stato poi sottoposto alla visione di fotografie e immagini associabili ad emozioni negative:morte, violenza, dolore e malessere.Nella seconda fase dell’esperimento i candidati si sono poi cimentati tra loro in uno scontro multiplayer al computer.I risultati della ricerca hanno evidenziato da una parte una reazione neutra nei confronti degli stimoli negativi e dall’altra un accanimento spietato contro gli avversari durante il gioco.Rimane da discutere se 39 giocatori possano costituire un campione rappresentativo di qualcosa…

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore