Gioco d’azzardo: a Catania chiusi 100 siti.

Marketing

Indagate 163 persone, compresi alcuni gestori di portali e di motori di ricerca

Come diffonde in una nota il sito ufficiale della Guardia di Finanza, quest’ultima è impegnata in un’imponente operazione su tutto il territorio nazionale nel settore della criminalità via internet. Si tratta in particolare della Guardia di Finanza di Catania, impegnata in una importante operazione di polizia giudiziaria che ha lo scopo di arginare il fenomeno del gioco d’azzardo via internet. L’operazione, prosegue la nota, coordinata dalla Procura della Repubblica di Catania, scaturisce da un’articolata indagine condotta dai militari del Nucleo Provinciale di Polizia Tributaria con la collaborazione del Gruppo Anticrimine Tecnologico (G.A.T.), reparto altamente specializzato del Nucleo Speciale Investigativo della Guardia di Finanza di Roma. Il Procuratore Aggiunto dott. Enzo Serpotta ed il Sostituto dott.ssa Giovannella Scaminaci, titolari delle indagini, hanno disposto il sequestro di circa 100 siti internet dedicati esclusivamente al gioco d’azzardo on-line, la rimozione di «banner» – «link» e «pop-up» da circa 90 siti internet che offrivano pubblicità a pagamento alle case da gioco on-line, con l’iscrizione nel registro degli indagati di numerosi gestori di «portali» e «motori di ricerca», anche di rilevanza nazionale. Sono in corso perquisizioni e sequestri in ben 46 province dell’intero territorio nazionale con l’impiego di oltre 120 pattuglie per un totale di 400 militari circa. Nell’ambito dell’operazione sono già stati individuati circa 80 indagati ed altrettanti persone sono in corso di identificazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore