Giù le mani dallErp

Network

La stagione Erp non finisce; il futuro sarà improntato alla collaborazione con le aziende che hanno fatto dellintegrazione tra back end e front end e della focalizzazione sulla componente front end la propria ragion dessere.

Coloro che pronosticavano il tramonto dellera Erp hanno fatto male i conti. Certo sono lontani i tempi in cui limplementazione di un sistema Erp presupponeva unicamente una rivisitazione dei processi interni allazienda e il fatto che tutto era ad appannaggio di un unico fornitore. Oggi gli Erp vendor stanno vivendo una profonda fase di trasformazione, stanno cambiando pelle. Per tenere il passo dei cambiamenti devono necessariamente ridefinire e ampliare i sistemi core per adeguarli a Internet, ai nuovi modelli virtuali di supply chain, ai sistemi di Customer Relationship Management nonché ai nuovi modelli di commercio. In questottica i nuovi paradigmi di business aziendali si sposano con un modello di impresa estesa, secondo il quale le aziende aprono i propri sistemi allesterno, a fornitori, clienti e partner. Il tutto in unottica focalizzata sul cliente, vero motore del processo, sulle cui necessità è concentrata tutta lattenzione delle aziende. Ed è in questa direzione che si inserisce il nuovo fronte competitivo, costituito da aziende con competenze ed esperienze specifiche in questi ambiti (business intelligence, customer relationship management, e-procurment, e-business, …). Quale lo scenario possibile i principali attori Erp continueranno a svolgere un ruolo da protagonisti? Avranno la meglio le aziende specializzate in alcune aree specifiche? Integrazione e collaborazione saranno gli imperativi del nuovo corso dellErp? Questultimo sembra essere lo scenario più probabile; è il contesto del commercio collaborativo, dove gli attori Erp collaborano con i cosiddetti fornitori di soluzioni best of breed, o cumunque più specializzati in alcuni contesti applicativi e di business, per creare delle trading community. Dal punto di vista architetturale il tutto si traduce in uninfrastruttura che prevede una dorsale back office su cui si innestano le estensioni di front office. È ciò che si evince dalle risposte dateci da alcuni tra i principali attori del mercato, attivi sui nuovi contesti applicativi. In sintesi a ognuno il suo mestiere; sì, forse con qualche sovrapposizione, ma allinsegna della complementarietà. Quello che è certo è che i vendor Erp devono compiere un duro lavoro per suddividere e adattare le proprie soluzioni monolitiche in componenti in grado di integrarsi con i prodotti di nuova generazione. Dalla loro gli emergenti, pur vantando competenze specifiche sui nuovi fronti e registrando tassi di crescita elevati, non devono sottovalutare il ruolo dei veterani dellErp, che conoscono le dinamiche dei processi aziendali e le regole del mercato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore