Gli attentati viaggiano su Internet

Sicurezza

Sventato un probabile attentato a New York grazie all’intercettazione di
messaggi chat scambiati su siti frequentati da integralisti islamici

Il piano prevedeva di far saltare l’Holland tunnel e inondare l’area meridionale di Manhattan, quella che ospita il distretto finanziario di Wall Street, con le acque del fiume Hudson. La notizia è stata fatta trapelare ieri dal New York Daily News in concomitamza con le commemorazioni degli attentati di Londra. Quindi è arrivata la conferma di Fbi e Homeland Security, la sicurezza interna americana, secondo cui sarebbero otto i terroristi coinvolti. La trama terroristica sarebbe stata scoperta molti mesi fa casualmente, nel corso di controlli di routine nelle ?chat room? frequentate su internet dagli integralisti islamici. In una nota congiunta, il Federal Bureau of Investigation e la Sicurezza interna hanno fatto sapere che l’operazione è tuttora in corso. A suscitare allarme i dettagli delle intercettazioni su internet. I terroristi avrebbero ottenuto di poter contare sul sostegno economico e tecnico dei sodali giordani di Abu Musab al Zarqawi, leader di Al Qaeda in Iraq fino alla sua morte il mese scorso. Non è chiaro tuttavia se davvero abbiano ricevuto l’aiuto promesso. Il piano era probabilmente allo stato embrionale. Infatti nel corso delle perquisizioni non è stato trovato esplosivo. Tuttavia c’era un progetto sufficientemente dettagliato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore