Gli avatar di Second Life piacciono agli europei

Workspace

Nel Vecchio Continente cresce la popolarità del famoso mondo virtuale 3d:
primi i tedeschi

Second Life piace agli europei. Nemo profeta in patria, verrebbe da dire. Succede anche a Second Life che, sebbene sia nato negli Stati Uniti, spopola nel Vecchio Continente. Il 61% dei residenti del mondo virtuale tridimensionale è europeo. I dati sono stati illustrati dalla società d’analisi comScore. Il mondo 3d di Linden Lab di San Francisco ha quindi un appeal europeo, con 1,3 milioni di utenti attivi in marzo, in crescita del 46% rispetto a gennaio. Gli avatar sono complessivamente circa 6 milioni, rispetto milione di fine 2006. Ecco la classifica degli avatar divisi per nazionalità: i tedeschi si piazzano al primo posto con 209.000, seguiti dagli statunitensi a quota 207.000; i francesi raggiungono i 104.000, mentre gli inglesi si fermano a 72.000.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore