Gli e-book sotto la lente di AIE

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
E-book sotto la lente di AIE

Con gli e-book vince il self-publishing e si legge di più. I numeri dell’indagine del Book Industry Study Group, presentata oggi al convegno Editech 2012, organizzata dall’AIE

Le stime di AIE individuano 38-40mila titoli self-printing attualmente ‘in catalogo’, pari al 5-5,5% dei titoli in commercio”, afferma l’associazione, che fa parte di Confindustria, mettendo al centro il fenomeno dell’autopubblicazione senza editore; e l’AIE aggiunge: “Altri 6.000-6.500 titoli in versione ebook”. Il self-publishing genera nel complesso 40mila titoli su carta e circa 6.000 e-book. Questi sono i dati più significativi che emergono dall’indagine del Book Industry Study Group, presentata oggi al convegno Editech 2012, in occasione della Giornata internazionale di studio e approfondimento organizzata dall’AIE.

Quasi un quinto degli autori che “si autopubblicano” vive in Lombardia. Ciò rende Milano capitale degli e-book: quasi una casa editrice di e-book su tre si trova in Lombardia. Nella regione risiede il 20,1% delle case editrici attive in Italia, ma ben il 32,5% di quelle di e-book. Per fare un confronto, nel Lazio sono il 17,6%, in Piemonte il 9,1%, in Toscana il 7,3%.

Ma chi compra e-book, legge di più. Negli USA, quasi il 30% degli intervistati (a febbraio 2012) ha messo più libri nel carrello della spesa virtuale, da quando ha iniziato ad acquistare e-book. La metà ha comprato più titoli in qualsiasi formato da quando sfoglia sugli e-reader o sui tablet i libri digitali. In Italia, secondo l’ Aie, nel 2012 gli editori lombardi hanno pubblicato oltre il 50% di ebook.

E-book sotto la lente di AIE
E-book sotto la lente di AIE
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore