Gli Usa attaccano l’Europa per conto di Apple

Aziende

Il governo americano si sta sbilanciando dalla parte di Apple nelle battaglie
contro i diversi governi europei

Dopo aver già sostenuto Microsoft nella sua difesa dall’antitrust nell’unione Europea, il governo americano si sta sbilanciando dalla parte di Apple nelle sue battaglie contro i diversi governi europei. Thomas Barnett, capo della sezione antitrust del Dipartimento di Giustizia, ha bollato le azioni dei governi stranieri contro il servizio iTunes di musica online come ?un’imposizione maldestra?. Barnett ha dichiarato che le autorità ci dovrebbero pensare due volte prima di interferire con tecnologie così nuove e popolari. Ha sostenuto che le mosse per imporre restrizioni a iTunes sono state un esempio di regolamenti eccessivamente zelanti che vanno a discapito dell’innovazione e danneggiano i consumatori. Parlando a una conferenza sulle leggi antitrust tenutasi a Washington, DC, Barnett non ha fatto riferimenti precisi, ma quasi certamente il commento è relativo alle cause intraprese in Francia e in molti Paesi scandinavi. Barnett ha elogiato Apple per aver creato un sistema legale, redditizio e facile da usare per scaricare musica e altri passatempi via Internet. Alcuni tra il pubblico gli hanno fatto domande sullle ragioni di un così evidente sostegno a Apple e sul coinvolgimento del suo ufficio nel processo a Microsoft. Molti credono che il Dipartimento di Giustizia stia tirando Microsoft fuori dai guai con la sua causa anti-trust mostrando all”Unione Europea come avrebbero dovuto comportarsi. Ulteriori informazioni sul sito del Washington Post .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore