Gli Usa chiedono l’estradizione di un cracker inglese

Network

Il più ricercato incursore telematico è nelle mani di Scotland Yard

Si chiama Gary McKinnon il cittadino britannico di 39 anni, accusato di aggressioni telematiche ai danni di server militari e reti Nasa. Gli inquirenti di Scotland Yard addebitano a Gary McKinnon numerose incursioni telematiche avvenute nel biennio 2001 e 2002: 53 attacchi a reti della Difesa statunitense, inclusi Pentagono e Air Force, e dei server della NASA. Ma la polizia di Londra, Scotland Yard, è restia a cedere Gary McKinnon: l’estradizione negli Usa, auspicata dalla polizia americana, non è affatto scontata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore