Gli utenti di Lotus Ibm sono nel mirino di Microsoft

NetworkProvider e servizi Internet

Nuovi tool verranno offerti da Redmond per sottrarre utenti del messaging aziendale di Ibm

Il mercato del messaging aziendale vale 2,8 miliardi di dollari e fa gola sia a Ibm che a Microsoft. Quest’ultima, che già con Exchange ha la supremazia della corporate email, ha deciso di sfidare Big Blue, offrendo nuovi strumenti di posta elettronica, Web publishing e calendari elettronici. Con questa mossa Microsoft cerca di sottrarre utenti a Lotus Ibm che risponde all’attacco con IBM Workplace. Ma Microsoft non si è data per vinta e aggiungerà tre servizi, di organizzazione e identificazione dei programmi condivisi, a Windows SharePoint Services. Lotus è avvisato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore