Gli utili di Samsung in picchiata

AziendeMarketingMercati e Finanza
Gli utili di Samsung in picchiata nel secondo trimestre
1 0 Non ci sono commenti

Samsung ha chiuso il secondo trimestre con un calo del 19,6% dei profitti. Sui conti del vendor sud-coreano pesa la concorrenza cinese. In cantiere il nuovo Galaxy Alpha

Samsung ha archiviato il secondo trimestre registrando 6,1 miliardi di dollari di profitti in calo del 19,6%. Gli utili di Samsung sono in caduta verticale perché, mentre Android vola all’85% di market share, sui conti del vendor sud-coreano pesa la concorrenza cinese: Huawei e Lenovo hanno accelerato, rosicchiando market share alla regina degli smartphone. Infatti Samsung è calata dal 32,3% del secondo trimestre 2013 al 25,2% del mercato (fonte: IDC): un anno fa l’azienda sud-coreana vendeva uno smartphone su tre, ora si deve accontentare di uno su quattro. Le vendite sono scese da 77,3 a 74,3 milioni. Samsung ha perso il 7% e deve recuperare competitività con i brand cinesi.

Al raddoppio delle vendite (+95,1%) è Huawei, il vendor cinese a quota 20,3 milioni di smartphone. Ma corre anche la connazionale Lenovo, che mette a segno +38,7% a 15,8 milioni di unità. L’offerta cinese si avvantaggia di smartphone “più economici di quelli dei principali brand mondiali e di qualità superiore rispetto a quelli dei produttori locali”.

Secondo Strategy Analytics, La cinese Xiaomi è entrata nella top-six per la prima volta con oltre il 5% circa.

Per rimanere competitiva, Samsung avrebbe in cantiere due nuovi smartphone di fascia alta: uno potrebbe essere il Galaxy Alpha, un nuovo anti iPhone con scocca in metallo o un Galaxy S5 con chassis in alluminio. Uno dei due device vanterà uno “schermo ampio“, mentre l’altro avrà “nuovi materiali“.

Gli utili di Samsung in picchiata nel secondo trimestre
Gli utili di Samsung in picchiata nel secondo trimestre

Strategy Analytics osserva che il mercato smartphone è cresciuto del 27% contro il 49% di un anno fa. La frenata è in atto: si tratta del livello di crescita più basso in cinque anni. I mercati emergenti stanno mettendo i prezzi dei dispositivi sotto pressione.

Sui conti di Samsung pesano anche la frenata del mercato smartophone e tablet. Il mercato tablet ha chiuso il secondo trimestre crescendo dell’11%, secondo IDC, in declino sequenziale dell’1.5% rispetto al primo trimestre.

Samsung fatica a mantenere il suo momento e il market share è sceso al 17.2% nel secondo trimestre. Apple mantiene lo scettro del mercato tablet globale, grazie a 13.3 milioni di unità nel secondo trimestre, ma il market share è sceso dal 33% al 26.9%. Continua la corsa di Lenovo, il vendor cinese – già primo nel mercato Pc mondiale – che sorpassa ASUS: Lenovo si piazza al terzo posto del mercato tablet con 2.4 milioni di unità vendute. Lenovo detiene il 4.9% di quote di mercato. La top 5 si chiude con ASUS e Acer, rispettivamente con 4.6% e  2.0% di market share, rispettivamente.

Idc ha riportato che Samsung ha commercializzato 74,3 milioni di smartphone a livello mondiale, sotto ai 77,3 milioni di un anno fa.

Strategy Analytics osserva che il mercato smartphone è cresciuto del 27% contro il 49% di un anno fa. La frenata è in atto: si tratta del livello di crescita più basso in cinque anni. Samsung rimane la numero uno del mercato smartphone, pur essendo calata dal 33% al 25%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore