Gmail e alcune Google Apps escono dalla Beta

Management

Google promuove la sua Web mail e un pugno di Google Apps alla versione definitiva, dopo cinque anni di test. Introdotta una nuova opzione per Gmail: e-mail delegation

Anche Google diventa adulta e dà, progressivamente, l’ addio alle versione Beta . Prima è successo per Google Chrome, ora a uscire dalla Beta sono Gmail e un manipolo di Google Apps.

Dopo cinque anni di test e Beta release, Google promuove Gmail alla versione definitiva e ufficiale: l’etichetta Beta era un po’ diventata la “copertina di Linus” per Goofgle, il suo abbandono segna invece l’ingresso a pieno titolo nel mondo enterprise, dove le Google Apps diventano una suite matura.

Per strappare clienti a Microsoft nel Btb, Google era costretta a far emergere dalla Beta i suoi Gmail, Google Calendar, Google Docs e Google Talk. 1,75 milioni di aziende usano Google Apps.

Infine Google rilascia anche una nuova opzione per Gmail: e-mail delegation, che permette agli staff IT staff di vedere e inviare e-mail in favore di altri; e-mail retention, per aderire alle normative aziendali e legislative; live replicatio n di dati corporate verso altre localizzazioni per disaster recovery; e “gestione speciale” di dati aziendali nei data center di Google.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore