Gmail in Europa non appartiene a Google

Autorità e normativeNormativa

Rigettato il ricorso di Google per l’assegnazione del nome gmail sul mercato europeo. Intanto comScore fotografa il calo a febbraio di Google

In Europa Gmail non appartiene a Google. Dopo la prima sentenza sfavorevole a Google, ecco il colpo definitivo: l ‘Ufficio per l’armonizzazione del mercato interno europeo (OHIM) ha rigettato il ricorso di Google per assegnare Gmail sul mercato europeo.

Google aveva già perso il marchio Gmail in Germania , ma ora la sconfitta è sul fronte europeo.

Un tribunale tedesco ha appreso che Daniel Giersch aveva cominciato a fare uso del nome G-Mail nel 2000, quattro anni prima di Google. Secondo la sentenza dell’Alta Corte Regionale Anseatica, Giersch aveva registrato correttamente il nome e Google se l’è preso senza nemmeno chiedere il permesso. La corte ha detto che la situazione dal punto di vista legale è così chiara che Google non avrà diritto di appello.

La battaglia sul marchio si è trascinata per tre anni ed è stata combattuta sotto numerose giurisdizioni.

Google sta iniziando a usare la denominazione Googlemail.

Intanto comScore fotografa il calo a febbraio di Google, scesa dal 63.1% al 62.8%. In Usa invece non ha registralo cali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore