Gnutella nel mirino degli studios

Sicurezza

Lassociazione che riunisce gli studios hollywoodiani potrebbe far partire unazione legale contro Gnutella

La Mpaa (Motion Picture Association of America) ha messo in guardia Gnutella; i legali dellorganizzazione che raccoglie i più importanti studios hollywoodiani, stanno verificando se ci sono gli estremi per partire con una denuncia a carico del sistema di file-sharing. La Mpaa si era già distinta in passato per aver messo accusa gli internet-tv broadcasters e per aver perseguito duramente i dvd-crackers. La scorsa estate lassociazione aveva lanciato una campagna contro il DeCSS, il software scritto per decrittare il CSS (Content Scrambling System), sistema di protezione per i dvd. La Mpaa ora sta adottando la stessa tecnica per Gnutella e ha iniziato a contattare i diversi isp affinché facciano pressioni sui propri clienti ed avvertirli sui rischi legali che vanno incontro scambiando file coperti da diritto dautore. Uneventuale azione giudiziaria contro Gnutella non sarebbe la prima aperta dagli studios contro i nuovi sistemi di scambio file. Da qualche mese, infatti, gli studi di produzione hanno chiamato in causa 2600 Magazine, una celebre pubblicazione sul mondo dellhacking, per aver pubblicato informazioni sul codice DeCSS. I manager dei più importanti isp statunitensi, si sono incontrati per discutere di come le loro società possano essere chiamate in causa e se il fatto di scambiare video sulle loro reti a larga banda, possa essere considerata una violazione del Dmca (Digital Millennium Copyright Act).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore