Google acquista la sturt-up del cucchiaio Smart anti Parkinson

AcquisizioniAziendeMarketing
Google acquista Lift Labs, che produce il cucchiaio smart per chi soffre di malattie neurodegenerative
3 2 Non ci sono commenti

Il portafoglio sanitario di Google si amplia. Il motore di ricerca si aggiudica Lift Labs, che produce il cucchiaio smart per chi soffre di malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson

L’ambito sanitario è sempre più al centro degli interessamenti di Google. Il motore di ricerca di Mountain View ha acquisito Lift Lab, start-up che ha realizzato un cucchiaio hi-tech che aiuta i malati del morbo di Parkinson. I cucchiai Smart si chiamano Liftware e permettono a chi soffre di malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson di mangiare evitando di sporcarsi. Infatti, un software fa oscillare il cucchiaio in modo da azzerare i tremori della mano nel 70% dei casi, permettendo al malato di nutrirsi senza difficoltà. Il cucchiaio può essere smontato e sostituito con una forchetta.

Lift Labs entrerà nella divisione Google X, il braccio di ricerca di Google: utilizza la stessa tecnologia impiegata nelle fotocamere per evitare l’effetto mosso quando si fotografa un soggetto.

Google acquista Lift Labs, che produce il cucchiaio smart per chi soffre di malattie neurodegenerative
Google acquista Lift Labs, che produce il cucchiaio smart per chi soffre di malattie neurodegenerative

Il portafoglio sanitario di Google si amplia. In passato Google ha investito in Calico, azienda specializzata in medicine per estendere la durata della vita. Di recente Google ha siglato un accordo con Novartis che sta sviluppando lenti a contatto ‘smart’, con lo Smart Contact Lens Project, per misurare i livelli di glucosio negli ammalati di diabete.

A luglio è stato presentato un ambizioso progetto scientifico – battezzato Basline Study – per raccogliere informazioni anonime genetiche e molecolari per creare l’identikit di un corpo salubre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore