Google AdWords mette fine ai compiti copiati e ad AdSense Arbitrage

Aziende

Pulizie di primavera sulle inserzioni pubblicitarie del popolare motore di
ricerca

Google avrebbe deciso di mettere fine a AdSense Arbitrage, una operazione finanziaria speculativa di acquisto di annunci pubblicitari AdWords che redirigono a pagine appositamente Made for AdSense, e cioè prive di contenuti ma infarcite di annunci AdSense.Dal primo giugno 2007 Google dovrebbe chiudere l’arbitraggio realizzato con l’account AdSense. Acquistando keyword AdWords a basso costo, in grado di indirizzare a pagine create con il solo scopo di far cliccare gli utenti sugli annunci pubblicitari AdSense, è possibile creare entrate mensile a più zeri: ma il giochino sarebbe giunto al capolinea, per decisione di Google . Ma il motore di ricerca più popolare del Web sta per poirre fine anche a un’altra pratica, comune nel mondo anglosassone: i compiti copiati verranno banditi da AdWords, finendo nel cestino degli argomenti tabù sui banner di Google (come fumo, droga, cure miracolose, falsi documenti, armi e prostituzione). I compiti già scritti e precompilati, bell’e pronti per barare all’università in Usa e Gran Bretagna, verranno rimossi dai banner di AdWords. Insomma, ormai Google punta dritto su altri livelli: diventare un vero e proprio organizzatore dell’esistenza dei suoi clienti, come ha spiegato oggi il Ceo Eric Schmidt sul Financial Times . Google chiude i rami inappropriati e scommette su un futuro di Ricerca Personalizzata , con l’ambizioso progetto di creare la più vasta banca dati di informazioni individuali. Privacy permettendo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore