Come Google aiuta le startup negli Stati Uniti

AziendeFormazioneManagementMarketing
Google aiuta le startup
1 1 1 commento

L’iniziativa viene tenuta da Google for Entrepreneurs, il braccio del motore di ricerca focalizzato sulle startup

Il garage, da cui sono nati tanti colossi della Silicon Valley, torna di moda. Google ha già startup hub a Londra e Tel Aviv, per incubare giovani aziende tecnologiche. Un nuovo network coprirà le startup da Chicago a Nashville, fino a Minneapolis. Google ha annunciato una partnership con spazi di co-working e “startup hubs”, dove giovani società possono ottenere accesso a spazi per ufficio, mentori ed altre risorse per aiutarli a crescere, per creare una rete di hub in grado di aiutare le startup.

L’iniziativa viene tenuta da Google for Entrepreneurs, il braccio del motore di ricerca focalizzato sulle startup. Google supporterà questi hub “finanziaramente e tecnologicamente” ha detto John Lyman, a capo delle partnership presso Google for Entrepreneurs. Sotto il profilo tecnologico, le aziende presso questi hub avranno accesso ai prodotti di Google , incluso il cloud storage, credito su Google App Engine e accesso a Google Maps API.

Le Startup avranno anche accesso ai mentori come gli esperti di marketing di Google, e ciascun hub dentro il network avrà più comunicazione con ogni altro, condividerà le best practice (come ottenere equity in ogni startup o quali tipi di esperti di codici far entrare).

Google aiuta le startup
Google aiuta le startup (Credit: Google)
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore