Google al Webcast con le società di analisi

Aziende

Il motore di ricerca non è interessato a un browser, ma al branded
advertising

Google ha risposto a un fuoco di domande al Webcast con le società di analisi. Sul Gbrowser, Google ha risposto che non ne sente la necessità, grazie all’esistenza di Firefox e safari di Apple. A Google interessa essere competitiva nel mercato della ricerca e della pubblicità associata alla ricerca.Microsoft AdCenter rappresenta una grande sfida e porterà nel mercato nuovi soggetti che finora non erano stati interessati all’advertising sui motori di ricerca. Google è quindi interessata a entrare nel business dell’advertising ?branded?. Google, dopo l’accordo con Aol, vuole inoltre percorrere la via delle partnership. Il branded advertising pesa per metà circa delle entrate di Yahoo!, che ha proprio nei giorni scorsi stretto un importante accordo con eBay. Tra le recenti novità di Google è il video ads (che potrebbe anche evolversi nel TV advertising). Google ha molteplici strategie per trovare la strada maestra per crescere.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore