Google ammette i rischi legati al software Desktop

CyberwarSicurezza

L’allarme privacy lanciato da Gartner su Google Desktop Beta è condiviso dal motore di ricerca

La società di analisi Gartner non aveva usato mezzi termini: la beta di Google Desktop 3, usato in ambiente business, mette a repentaglio la riservatezza dei dati aziendali. Il rischio è legato soprattuto alla nuova opzione di ricerca file attraverso molteplici computer: infatti questa l’applicazione funziona attraverso la copia di file immagazzinati sui server di Google, da trasferire ad altri Pc dell’utente. Il trasferimento e lo storage sono cifrati, ma la gestione della condivisione fra “computer amici” rimane a rischio. Soprattutto, secondo Gartner, per file di interesse aziendale (o addirittura legati a proprietà intellettuali). Il trasporto di dati fuori dalla rete aziendale è comunque un fattore di rischio inaccettabile. Google ha ammesso che in effetti questi rischi esistono soprattutto in ambito enterprise.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore