Google Apps, autenticazione a doppia mandata

MarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Google punta sulla sicurezza delle Apps. Il servizio sarà protetto con doppia autenticazione: la password tradizionale e un codice di verifica via cellulare o Apps

Google ha aggiunto il processo di verifica dei login a doppio livello. Il nuovo livello di sicurezza introduce due sistemi per l’autenticazione: il primo sistema è quello classico (pasato sulle password); il secondo sistema sfrutta i telefonini cellulari, a cui verrà inviato un codice di verifica via Sms o tramite chiamata vocale o tramite Web apps (per Android, iPhone e Blackberry). Solo chi avrà la password e il codice di verifica potrà accedere al servizio, protetto con doppia autenticazione. Per i 30 milioni di utenti (di cui 3 milioni di aziende) si tratta di una “blindatura” forte.

La suite delle applicazioni business online viene blindata per evitare il furto di password: nel momento del log nell’account di Google Apps, all’utente sarà richiesta la password più un codice di verifica separato (ottenibile con il telefonino).

Il servizio è disponibile da oggi gratis per le edizioni Premier, Education e Government di Google Apps, mentre gli utenti della versione gratuita Standard otterranno l’accesso con doppia login nei prossimi mesi. Google ha basato il suo sistema di verifica sullo standard Initiative for Open Authentication (OATH). Su computer già sicuri (per esempio desktop personali, non prestati ad altri), gli utenti potranno evitare l’autenticazione forte e limitarsi alla classica password. Infine Google ha reso open source l’applicazione mobile di verifica codice, Google Authenticator.

Google Apps sposa l'autenticazione forte
Google Apps sposa l'autenticazione forte
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore