Google aprirà la libreria digitale ai privati

Aziende

Google offre una contropartita ai concorrenti nel mercato e-book: anche Amazon e tutti i concorrenti avranno accesso al più grande database di libri digitali. La nuova mossa salverà il patteggiamento di Google Books?

Google le sta provando tutte. Dopo aver spiegato che Google Books renderà più democratico il Web, e offrirà una “biblioteca gratis” a quelle scuole, senza risorse, che non l’hanno, ora avanza una nuova proposta ai rivali: Google aprirà la libreria digitale ai rivali. Amazon e tutti i concorrenti avranno accesso al più grande database di libri digitali.

L’offerta è arrivata durante l’ audizione di Google all’audizione al Congresso Usa, prevista per il patteggiamento legale.

Con questa mossa, a sorpresa, Google cerca di spiazzare gli avversari, come Amazon, Microsoft e Yahoo!, riuniti nella Open Book Alliance, che finora ha accusato Google di voler istituire un monopolio.

Google, inoltre, sta cercando di zittire le critiche europee (soprattutto di Germania e Francia, oltre all’aie e Federazione editori europei o Fep), offrendo loro posti nel nuovo Digital registry.

La proposta dell’accordo per risolvere la qurelle, sarà sotto i riflettori il prossimo 7 ottobre presso una corte federale di Manhattan.

Leggi lo SPECIALE: Ciclone libri online

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore