Google semplifica l’autenticazione a due fattori

AutenticazioneSicurezza
Google semplifica l'autenticazione a due fattori
1 4 Non ci sono commenti

Google corre in aiuto degli utenti, semplificando l’autenticazione a due fattori. Ecco come

L’autenticazione a due fattori sta diventando mainstream e sempre più aziende e servizi online hanno iniziato a rendere disponibile questa funzionalità necessaria. Di recente l’ha introdotta Instagram, ora Google facilita l’autenticazione a due fattori.

Google semplifica l'autenticazione a due fattori
Google semplifica l’autenticazione a due fattori

Di solito molti utenti evitano di perdere tempo con la procedura relativamente farraginosa e macchinosa. Tuttavia Google corre in aiuto degli utenti, semplificando l’autenticazione a due fattori. Infatti, invece di richiedere un nuovo codice ad ogni login, l’azienda sta fornendo ai suoi user la possibilità di approvare il login tramite smartphone. Sugli smartphone Android sarà infatti possibile usare un prompt sullo schermo, mentre agli utenti iOS sarà richiesto l’utilizzo dell’app Google Search.

Dopo aver visualizzato il prompt, esso vi chiederà se state cercando di accedere al vostro account e, solo dopo la nostra risposta, permetterà l’accesso. Una soluzione decisamente più veloce rispetto l’inserimento di un codice. L’opzione potrà essere selezionata attraverso le configurazioni del proprio account Google, per questo motivo non sarà attivata in maniera predefinita.

Si tratta di una manovra decisamente simile a quella adotta da Blizzard pochi giorni fa. La società ha infatti aggiornato l’autenticatore mobile battle.net con una funzione simile. Di questo passo non ci sorprenderemmo nel vedere altre aziende adottare procedure di login simili nel prossimo futuro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore