Google Buzz divide le opinioni delle società di analisi

Workspace

Google Buzz finisce sotto la lente di Gartner, Forrester Research e Idc, ma anche degli storici rivali di Google, Microsoft e Yahoo!

Google Buzz , utilizzabile su Pc o su smartphone, ricorda un RSS combinato con un social network, racchiuso nell’infastruttura di Gmail e nell’eco-sistema Google.com.

Ray Valdes di Gartner afferma al Financial Timesche niente che Google fa con Gmail, andrebbe mai visto come una semplice manovra difensiva. Però è vero che tutti i servizi e-mail saranno obbligati ad aggiungere elementi social per cercare di contrastare la minaccia rappresentata da Facebook nell’ambito della comunicazione online.

Karsten Weide, analista di IDC, afferma che la nuova funzionalità di Google cerca di aprire una breccia contro il dominio di Facebook’ nella galassia dei social networking e cerca di cogliere le opportunità di crescita nell’era Twitter. Ma Idc non è ottimista su

Google Buzztroppo simile a ciò che fa già Yahoo! su Yahoo Mail (promuovere connessioni social già presenti nelle e-mail). Ma per Yahoo!, sarebbe stato un mezzo flop.

BusinessWeek riporta che gli analisti guardano alla crescita di Gmail unita allae potenzialità di Google nell’advertising: Facebook e Twitter non hanno ancora saputo monetizzare la loro popolarità, mentre Google è maestra. advertising. Facebook ha basse performance nel monetizzare la pubblicità, a differenza di siti di e-commerce o motori di ricerca.

Rapleaf mette l’accento sul fatto che più di metà degli utenti di Gmail hanno meno di 25 anni.

Augie Ray di Forrester Research afferma che bisogna rispettare le abitudini degli utenti: “Non credo che Buzz porterà le persone a cambiare social network perché la gente è ormai troppo coinvolta nelle reti che già usa“. Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Ben Schachter di Broadpoint Amtech: “Forse Google potrà diventare un aggregatore di social media, ma è ancora presto e Facebook resta il leader“.

E’ un colpo contro Facebook. Emula molte funzionalità che Facebook ha“, afferma pragmatico Jeremiah Owyang, di Altimeter Group.

Microsoft non vede niente di nuovo sotto il sole: nessuno sente il bisogno dell’ennesimo social network, ma se mai di integrazione. Microsoft lavora da tempo per integrare i social networks di terze parti non solo nella sua Web-mail (Windows Live Hotmail), ma anche nel suo client e-mail Outlook, via Outlook Social Connector (svelato alla Professional Developers Conference – Pdc – 2009).

Leggi anche e guarda le schermate: Google Buzz contro Facebook

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore