Google Buzz non uccide Latitude: ecco le API

ManagementMarketingNetwork

Google rilascerà le Latitude API, in grado di trasformare il software di localizzazione mobile in una piattaforma di geo-localizzazione per applicazioni mobili di terze parti

A Web 2.0 Expo Google torna a parlare di Latitude. Nonostante l’introduzione del social network Buzz e di Google Buzz dentro Gmail in mobilità, Google Buzz non uccide la stella di Latitude. Le Latitude API trasformeranno il software di localizzazione mobile in una piattaforma di geo-localizzazione per applicazioni mobili di terze parti.

“Latitude is not dead”: Latitude è vivo ed è cresciuto del 30% al mese nel 2010. Google Latitude, il software di localizzazione mobile, sbarcato su Apple iPhone, permette di trovare amici e familiari tracciando i loro movimenti via Google maps e altri hardware di localizzazione, purché sia attivato il servizio.

Con Buzz, invece, Gmail (terza web mail con 176,5 milioni di visitatori unici) apre “una nuova era” nella comunicazione e condivisione delle informazioni. Google Buzz rinnova Gmail in chiave social ed è già disponibile in versione mobile (per iPhone e Android). La “vecchia” posta elettronica, minacciata dal real time dei social media, ha bisogno di un lifting per restare appetibile ai giovani che frequentano Facebook e Twitter.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore