Google cade sul pay per click

AziendeMercati e Finanza

Un crollo di tale entità può mettere a serio rischio gli obiettivi di fatturato per il primo trimestre dell’anno

S

civolone nei giorni scorsi per Google, dopo che comScore ha rilasciato un rapporto secondo il quale, i click degli utenti sui ‘link paganti’ (la principale fonte di reddito per il motore di ricerca) è in calo del 7% nel mese di gennaio.

Un crollo di entità tale da mettere a serio rischio gli obiettivi di fatturato per il primo trimestre dell’anno. Una pillola che è risultata indigesta al mercato borsistico, che ha portato a pesanti vendite sul titolo Google.

Il repentino calo dei click potrebbe avere una banale motivazione tecnica nei provvedimenti presi da Google per ridurre il numero dei click accidentali da parte degli utenti. Un difetto del sistema che era già stato oggetto di forti critiche in passato.

Alla perdita dei click erronei (un problema non certo trascurabile se davvero pesava per il 7% del totale!) potrebbero essersi aggiunti motivi congiunturali legati all’economia o anche di carattere precauzionale.

Solo pochi giorni fa era stato diffuso un report da parte di una società di security che denunciava l’elevata presenza di trojans e software pericolosi tra i siti pubblicizzati da Google.

Per approfondimenti: MarketWatch

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore