Google cede a Afp sulle news e pensa alla ricerca vocale

Management

Il motore di ricerca trova un accordo con Agence France-Presse. Inoltre la
ricerca locale della BigG sperimenta il riconoscimento vocale

Google ha dovuto cedere alle richieste francesi di Afp sull’aggregatore di notizie Google News. Dopo la batosta presa in Belgio, Google si è piegato a più miti consigli trovando un accordo con Agence France-Presse (Afp) per l’uso di foto e news. Google e Afp erano entrati in causa nel 2005. Le notizie di Afp verranno linkate dai servizi di Google, ma solo in assaggio: Google aveva anche patteggiato con Associated Press nell’agosto di un anno fa.

Sul fronte della ricerca mobile, invece, Google sta sperimentando un’alternativa alla ricerca locale con il cellulare per Sms. Prossimamente, dopo l’home page e Gmail mobili, la BigG vuole addentrarsi maggiormente nel territorio della telefonia mobile con un servizio che abbina la ricerca da cellulare al riconoscimento vocale: il servizio è in fase di test e si chiamerà Google Voice Local search . Gli utenti potranno chiamare Goog-411 (il prefisso equivalente ai nostri servizi di informazione) e sillabare l’interrogazione vocale (la query di ricerca), processata con un software di speech recognition; se esiste una risposta alla richiesta, l’utente verrebbe messo in comunicazione con il servizio finale (eservizio commerciale eccetera) che cercava (oppure la risposta verrebbe inviata con un messaggio di testo). Il servizio in test sommato a Google Maps sarebbe una risposta alla recente acquisizione di TellMe Networks, da parte di Microsoft.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore