Google China cancella la "Copia cache"

Management

L’ultima decisione del motore di ricerca può essere interpretata come una
mossa accomodante nei confronti del Governo cinese.

Prosegue la politica accomodante da parte di Google China nei confronti delle misure censorie verso la Grande Rete poste notoriamente in atto dal governo cinese. L’ultimo segnale in tal senso deriva dalla scomparsa del link alla cosiddetta ?copia cache? dall’homepage (edizione cinese) del più grande motore di ricerca al mondo. L’apparentemente innocuo link è invece un nemico giurato per chi intende porre in atto una censura, in quanto attraverso di esso il navigatore può accedere a pagine precedentemente visitate e salvate da Google in un’apposita area di memorizzazione (cache). Le pagine restano dunque disponibili anche qualora il sito di origine venga oscurato o rimosso da Internet e tutto ciò è decisamente ?scomodo? e ?spiacevole? per gli apparati del regime cinese. Da parte sua Google per il momento di giustifica dicendo che il link è stato rimosso provvisoriamente in quanto il sito è in fase di aggiornamento, ma come ben sappiamo non c’è nulla di più definitivo di ciò che è provvisorio?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore