Google Chrome 4.1 beta va alla prova del Ballot Screen

Management

Nell’Unione europea gli utenti di Windows possono scegliere il browser preferito. Google presenta la nuova versione test di Chrome 4.1 e un mini-sito per spiegare cosa sia un browser

Microsoft, per chiudere le controversi con l’Antitrust Ue, in Europa ha aperto Windows ai browser rivali. Dopo Mozilla , anche Google presenta un mini-sito per approfittare della libertà di browser su Windows. Il nuovo mini-sito (in italiano) di Google spiega cosa sia un browser.

D’ora in avanti, agli utenti dei PC con sistema operativo Windows, al primo accesso apparirà una schermata “neutra” – chiamata Ballot Screen– con richiesta di selezionare il browser preferito tra una lista dei browser più diffusi in Europa. Quello scelto verrà installato come navigatore di default per quel computer. Il tutto sarà attivo per tutti i PC che usano i sistemi operativi Windows e varrà non solo per i nuovi computer: mediante il sistema di aggiornamenti automatico del sistema operativo, anche ai vecchi utenti di Explorer verrà presentata la schermata di scelta.

Infine Google presenta una nuova Beta del browser Chrome con una serie di novità, tra cui ulteriori strumenti per la tutela della privacy e l’integrazione di funzioni per la traduzione : Chrome 4.1.249.1021 per Windows .

In aggiunta alla preesistente modalità “incognito” per navigare senza lasciare traccia delle visite ai siti o dei download, gli utenti hanno ora una ulteriore possibilità di controllo delle loro impostazioni sulla privacy grazie alla nuova sezione “Impostazione dei Contenuti” all’interno delle Opzioni per la Privacy di Chrome.

Con questa versione di Chrome, l’utente può controllare meglio la privacy: come cookie, immagini, JavaScript, plug-in e pop-up vengono gestiti sito per sito. Per fare un esempio: è possibile impostare le regole per i cookie così da consentirli solo per i siti dei quali ci si fida, bloccandoli per tutti gli altri.

Gli utenti della nuova versione beta di Chrome possono: aggiungere regole relative ai cookie (ad esempio: “consenti”, “chiedi” o “blocca”) per specifici siti web; bloccare tutti i cookie di terze parti; disattivare automaticamente tutti i cookie quando il browser è chiuso; stoppare il caricamento di tutte le immagini; aggiungere regole per le immagini per siti specifici; bloccare il caricamento di tutti i JavaScript; aggiungere regole per i JavaScript per specifci siti web; mettere un freno al caricamento di tutti i plug-in; introdurre regole per i plug-in per specifici siti web.

La finestra delle opzioni di Chrome include anche u n link all’Adobe Flash Player Settings Manager, dove gli utenti possono visualizzare e controllare gli oggetti che Adobe Flash archivia sul loro computer.

La nuova beta di Chrome introduce anche una funzione per aiutare gli utenti nella navigazione: la traduzione istantanea delle pagine web senza necessità di estensioni o plug-in. Quando la lingua della pagina che viene visualizzata è diversa dalla lingua impostata come preferita, Chrome mostra un messaggio che chiede se si desidera che la pagina venga tradotta. Gli utenti possono anche decidere di impostare un’opzione per tradurre in automatico tutte le pagine in una particolare lingua.

Per saperne di più, leggi l’ANALISI: Come navigare sul Web: a ciascuno il proprio browser

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore