Google Chrome, c’è la versione definitiva

Management

Chrome esce dalla beta. Il browser di Google lancia il guanto a Mozilla Firefox, Internet Explorer, Opera e Apple Safari

Il tam-tam mediatico vociferava che Chrome stesse per uscire dalla beta, e così è stato: Google Chrome è in versione definitiva, a cento giorni dal debutto. Marissa Mayer di Google, durante un intervista concessa a Le Web 08, aveva confermato che Google stava terminando la fase Beta del suo browser. Il browser di Google va a sfidare Mozilla Firefox, Internet Explorer, Opera e Apple Safar i. La roadmap dovrebbe, inoltre, prevedere nella prima metà 2009 il rilascio delle versioni Mac e Linux di Chrome , per diventare un browser multi piattaforma. La beta è stata utilizzata da 10 milioni di utenti.

Negli ultimi test, nei javascript Firefox ha battuto Chrome, tuttavia il test è stato condotto con una versione di prova e Webkit, su cui si basa Chrome, si è dimostrato lo stesso vincente. In precedenti test sulle prestazioni di esecuzione JavaScript, riproduzione Flash, rendering Html, Google Chrome batteva tutti i browser rivali: Internet Explorer, Firefox, Opera e Safari.

La sicurezza è affidata a Safe browsing (sul fronte anti phishing e malware) e alla tecnologia sandbox . In cantiere sono i feed Rss. Mentre il browser ha migliorato ulteriormente il motore V8 JavaScript

Probabilmente anche Google Chrome, più stabile e veloce (1,4 volte rispetto alla beta), in futuro sarà personalizzabile con gli add-on, proprio come il rivale Mozilla Firefox. L’idea degli add-on o estensioni è stata introdotta dal programmatore di Google, Aaron Boodman sul suo blog .

Anche se Google trae i suoi guadagni dal vendere advertising, farà un add-on per bloccare i pop-up: gli add-on si occuperanno anche di privacy, controlli parentali e aiuto al download.

Secondo Net application , Opera ha superato di un soffio Google Chrome, 0,75% a 0,74% (mentre un browser su cinque è Firefox). Ma Cnet, dal suo mini-osservatorio, vede che Google Chrome sarebbe cresciuto dall’1% di settembre al 3,6% attuale, ai danni soprattutto di Internet Explorer e Apple Safari. Ma, secondo un’indagine condotta da Cnet sui browser utilizzati dai visitatori del noto sito, emerge che Google Chrome potrebbe anche essere più diffuso di quanto si creda.

Leggi anche: Google Chrome in beta, provato in anteprima per voi

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore