Google compie 14 anni

Aziende
Google Street View sanzionata per un milione di euro in Italia

Da motore di ricerca a uno degli ecosistemi più ricco e rilevante nel mercato IT. La scalata di Google, ai massimi al Nasdaq: dal web al software (Android e Chrome OS) fino all’hardware con Motorola Mobility

Un ecosistema di cui sembrano in pochi poter fare a meno, dalla produttività sul cloud ai servizi (musica, video, e-book eccetera), una miniera di risorse soprattutto per gli utenti Android. Android: primo sistema operativo mobile al mondo, con il 68,1% del mercato globale contro appena il 16,9% di Apple (Fonte: IDC). Il motore di ricerca, il primo al mondo. Le mappe di Google con Street View (che ora permette lo snorkeling sulla barriera corallina), rimpiante dagli utenti di Apple iOS 6, tanto che – il New York Times scrive – un’app andrà fatta per iPhone 5 e iPad, anche se Eric Schmidt sostiene che deve essere Apple a chiederlo, dopo aver cacciato Google Maps da iOS 6. Gmail che avrebbe sorpassato Hotmail. Il browser Chrome , primo al mondo, dopo aver messo la freccia su Internet Explorer e Firefox. Google+ ha raggiunto i 400 milioni di utenti. Il cloud di Google, il Green IT di Google, l’auto che si guida da sé, il sostegno ai tanti progetti, a partire dal supporto finanziario al browser rivale Mozilla Firefox e al Web Index di Tim Berners-Lee, fino alla guerra contro la cyber-repressione e la censura e il giro di vite di SOPA. Le acquisizioni: quella da 12,5 miliardi di dollari di Motorola Mobility sta dando ora i suoi primi frutti, ma lo shopping di Google è a 360 gradi. Dal Web al software (Android e Chrome OS), all’hardware: gli smartphone di Motorola e gli smartphone Nexus (con i vendor OEM), il tablet Nexus 7 (realizzato i realtà da Asus) eccetera. Google Fiber porta la sua banda larga a 1 GB/s nelll’area metropolitana tra lo stato del Kansas e quello del Missouri. Google Play ha sorpassato il giro di boa dei 25 miliardi di apps scaricate. YouTube è ormai una piattaforma d’informazione su cui sono guardati 4 miliardi di video al giorno.

I quattordici anni di Google – tanti o pochi che siano – corrrispondono all’evoluzione dello scenario IT e ai recenti cambi paradigmatici. Dalla centralità del Pc all’era Mobile. Dal personal computing alle nuvole di dati del cloud computing. Qualunque cosa pensiamo di Google, è un’azienda la cui rilevanza supera il suo fatturato.

E non stupisce che nei giorni scorsi Google abbia toccato i massimi in Borsa: al Nasdaq di NewYork le azioni di Google hanno toccato il loro massimo storico a quota 747,84 dollari.  Google ha messo a segno un rialzo del 790% dall’IPO nel 2004. Nel mercato banner sta per superare Facebook, il social netywork che Barron’s ha definito sopravvalutato. Anche Rupert Murdoch, il tycoon dell’editoria “gran nemico” del motore di ricerca di Mountain View, si è piegato: News Corp. ha deciso di far indicizzare nuovamente da Google tutti i contenuti pubblicati sulla versione digitale di The Times, perché non c’è scelta. Rinunciare a Google News significherebbe rischiare di perdere un quarto delle visite. Google, con i suoi 30 miliardi di dollari di fatturato annuo, rimane al centro della scena.

Ma anche sotto i riflettori dell’Antitrust UE. Google, infatti, resta indagata per stabilire se le pratiche di business abbiano abusato della posizione dominante o tagliato le gambe alla concorrenza di aziende rivali nel campo dell’advertising online. Perché la “pubblicità sul Web” rimane, oggi come sempre, il vero motore del primo Search engine al mondo.

Conosci i trucchi e i segreti di Google? Rispondi con un QUIZ!

Che cosa sai di cloud? Mettiti alla prova con un QUIZ!

Sei un bravo SEO? Scoprilo con un QUIZ!

android_2

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore