Google contro i filtri peer to peer, ecco i tool per verificare la neutralità della Rete

NetworkProvider e servizi Internet

Google ha svelato un nuovo strumento per testare se i provider Internet filtrano il Peer to peer. L’Internet Evangelist di Google, Vint Cerf, punta sulla trasparenza

In Italia Tele2 è stata appena multata per aver filtrato il Peer to peer (P2p) senza avvisare gli utenti. Negli Usa è guerra sui filtri P2p, da quando è scoppiato il caso Comcast .

Ora interviene Google, decisa a misurare la febbre della neutralità della Rete con una nuova piattaforma, in grado di verificare se il vostro Isp (Internet provider) filtra o no il P2p: Measurement Lab, che parte con 3 server a disposizione, per espandersi (quanto prima) su 33 macchine. M-Lab fornisce tool, già attivi, e altri in arrivo: il Network Diagnostic Tool, per verificare limitazioni alla velocità della connessione; Glasnost, per identificare filtri al traffico p2p BitTorrent; Network Path and Application Diagnosi s, per rilevare eventuali limitazioni sull’ultimo miglio; e poi saranno presto disponibili: DiffProbe, per identificare le priorità dei differenti pacchetti di dati; Nano, per scoprire eventuali limitazioni applicate a specifici utenti, programmi o destinazioni. Altri dettagli su Reuters .

L’Internet Evangelist di Google, già padre del protocollo TCP/IP ed ideatore delle specifiche di Arpanet, Vint Cerf, punta sulla trasparenza. Vint Cerf, a questo proposito, ha appena lanciato Internet For EveryOne , la Rete per tutti.

Il padre di Internet pone l’accento anche sulla Net neutrality (la neutralità della Rete), contro i filtri anti P2p, e afferma che il modello migliore al mondo di regolamentazione è quello britannico, con la separazione della rete. A Cerf infine, oltre al download, piacerebbe anche il broadcasting dei filmati, in stile Tv: un modo per mettere a dieta il carico della Rete, già in difficoltà per la lentezza della migrazione a IpV6.

I filtri al P2p, nati per porre un freno al dilagante fenomeno della pirateria e del file saharing illegal e, contro i quali si è lanciato anche Google , non intralciano infatti solo attività illecite, ma bloccano anche quelle legali come il VoIP; e in secondo luogo, sono in antitesi con la Net neutrality (la neutralità della Rete).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore