Google contro il divario digitale Usa

Aziende

Il motore di ricerca vuole estendere l’accesso a Internet a prezzi
competitivi

Sembra a un passo dal rifiuto la proposta di ben 4,6 miliardi di dollari avanzata da Google per entrare nel mercato delle telecomunicazioni. Ma in un’intervista a Cnet , Chris Sacca di Google spiega perché il motore di ricerca stia combattendo la sua battaglia per lo spettro wireless. Il gigante di Mountain View aveva messo a disposizione della Fcc (Federal Communications Commission) un sostanzioso biglietto di ingresso per partecipare alle aste sull’assegnazione delle frequenze per cellulari negli Usa. A Google interessa offrire a più persone possibile l’accesso alla Rete: tuttora, anche negli Stati Uniti, il digital divide c’è. Internet non è disponibile ancora in troppi posti, spiega Google a Cnet: inoltre l’accesso alla Rete è ancora troppo caro. La battaglia per lo spettro wireless potrebbe allargare ancora l’audience di Internet, conquistando nuove fette di utenze, e soprattutto potrebbe abbassare i prezzi di accesso. Certamente, rimane il fatto che ai giganti Tlc faccia paura un ingresso di Google nel loro mercato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore