Google cresce di nuovo a doppia cifra e vuole rimanere in Cina

AziendeMercati e Finanza

Nel quarto trimestre Google riporta una robusta trimestrale con ricavi in crescita del 17 percento. Ma il titolo ha perso terreno negli scambi after-hours

Google archivia il quarto trimestre registrando fatturato in crescita di nuovo a doppia cifra: i ricavi in rialzo del 17% si attestano a 6.67 miliardi di dollari (esclusi i costi di acquisizione traffico, a 4.95 miliardi di dollari). I segni della ripresa sono evidenti secondo il Ceo di Google Eric Schmidt.

Gli utili ammontano a 2.19 miliardi di dollari , o 6.79 dollari per azione; con i costi, 1.97 miliardi di dollari, pari a 6.13 dollari per azione, contro i 381 milioni di dollari, o 1.21 dollari dello stesso trimestre dell’anno precedente.

Ma il titolo di Google è calato del 4.6% negli scambi after-hours.

Inoltre i Paid clicks sono cresciuti del 13%. E Google ha 24.5 miliardi di dollari cash e 19,835 dipendenti a tempo pieno, in crescita rispetto ai 19,665 di settembre.

Infine il Ceo di Google ha affermato che YouTube sta monetizzando la sua vasta popolarità e che a Google piacciono i cinesi e vuole restare in Cina (We like the Chinese people and our Chinese employees“). Evidentemente le trattative per rimanere in Cina, dopo la spy-story , sono sulla buona strada.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore