Google delude Wall Street

AziendeMercati e Finanza

Pur registrando una crescita del 58%, la BigG inciampa nelle prime
difficoltà: Microsoft recupera terreno nella ricerca online e l’acquisizione di
DoubleClick finisce sotto la lente Antitrust

Ondate di vendite del titolo di Google, dopo tante trimestrali stellari arriva la prima delusione di Borsa per la BigG. Il fatturato ha in realtà ancora riportato percentuali astronomiche: 3.87 miliardi di dollari in rialzo del 58%. Ma a crescere sono stati anche i costi di traffico: 1.15 miliardi di dollari, il 30% del fatturato advertising. Anche gli utili sono in crescita del 28%, a quota 925,1 milioni di dollari, rispetto ai 721,1 milioni riportato nello stesso periodo dello scorso anno Ma Wall Street è delusa dai profitti e la furia ribassista ha penalizzato il titolo del motore di ricerca. Inoltre nelle ultime settimane Microsoft ha recuperato terreno nella ricerca online e l’acquisizione di DoubleClick è finita sotto la lente Antitrust: l’acquisizione solleva questioni di pricvacy e di concorrenza, tanto da richiedere un’audizione. Anche in Europa Google ha dovuto rivedere le policy sulla tutela della riservatezza su pressione del gruppo Article 29 Working Party della Ue. Ma forse ad aiutare Google con l’Antitrust Usa sarà proprio la resurrezione di Microsoft, a dimostrare che la BigG non uccide la competizione. Dopo l’FTC, a investigare su Google sarà anche il Congresso Usa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore