Google-DoubleClick contro Microsoft sul ring di Capitol Hill

Aziende

I senatori statunitensi hanno ascoltato la disputa tra Google e Microsoft dai
diretti interessati. In ballo è l’accordo Google-DoubleClick

Google-DoubleClick: il matrimonio da 3,1 miliardi di dollari s’ha da fare? Google ribadisce di sì, Microsoft è contrario. La disputa tra Google e Microsoft è finita a Capitol Hill. Arbitri della contesa: i senatori statunitensi. L’audizione è durata due ore. Google è accusata da Microsoft di r estringere la competizione nel mercato dell’advertising, acquisendo DoubleClick: è come se il New York Stock Exchange e il Nasdaq si fondessero. Google invece risponde che DoubleClick è complementare alla BigG: non acquistando un rivale, il motore di ricerca non infrange norme Antitrust. Google rimane in attesa della risposta dell’Antitrust Usa, Ue e australiano per completare l’operazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore