Google e DoubleClick, matrimonio pericoloso?

AziendeMercati e Finanza

L’acquisizione del noto portale è ora la vaglio dell’autorità Antitrust
americana.

Potrebbe essere troppo ampio il potere di controllo sul mercato della pubblicità in Rete di Google in seguito all’acquisizione di DoubleClick. L’operazione non è piaciuta soprattutto a Microsoft, anch’essa in lista per l’acquisizione,che sostiene che il numero uno dei motori di ricerca ha ora in mano troppe informazioni che riguardano la privacy degli utenti. La questione è quindi finita sul tavolo delle autorità antitrust degli Stati Uniti, che dovranno decidere se c’è il rischio di una violazione delle norme che impediscono di assumere una posizione dominante nel mercato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore