Google è in regola con le norme sulla privacy Ue?

Aziende

Le legislazioni europee sulla privacy non sarebbero adeguate a proteggere le
informazioni degli utenti. Intanto OpenDns accusa Google di spiare i Pc Dell.
Infine BigG studia da operatore mobile virtuale

In questi giorni il Ceo di Google ha ammesso di volere noi utenti e tutte le nostre informazioni, per aiutarci a organizzare la nostra vita. La sindrome da Grande Fratello si è impadronita della BigG? The Register afferma che le normative in materia di Privacy non sono in grado di trattare una simile collezione di informazioni commerciali su larga scala. Le leggi sulla privacy non sarebbe adeguate a proteggere gli utenti nel mondo on e offline. Di più il Financial Times oggi afferma che funzionari della protezione dati dell’Unione europea avrebbero scritto una lettera a Google per verificare se si attiene o contravviene alle attuali normative europee sulla privacy: Google manterrebbe troppo a lungo i dati relativi alla ricerca online. Google per ora ha risposto che ha ridotto recentemente i tempi di archiviazione, mentre i rivali Yahoo e Microsoft non avrebbero mai dichiarato i limiti della loro detenzione dati.

In queste ore sta facendo il giro della Rete una pesante accusa di OpenDns a Google: la società di reindirizzamento dei Dns punta i l dito contro il motore di ricerca, accusato di spiare i computer Dell. Google e Dell hanno siglato un accordo per installare i pacchetti Toolbar e Desktop di Google sui computer Dell. Ma Google avrebbe anche inserito un software,Browser Address Error Redirector, destinato al redirecting di pagine web: il programma, in caso di digitazione errata di un Url sul browser, con una modalità non trasparente reindirizza il navigatore su una pagina infarcita di pubblicità (di Google e Dell); inoltre il programma non può essere disinstallato con facilità. Anzi, OpenDns lo accusa di essere uno spyware. Per disintallare il Browser Address Error Redirector è necessario agire dal Pannello di Controllo di Windows.

Infine una voce di corridoio, non confermata: Google forse è pronto a diventare operatore mobile virtuale in Europa, e precisamente nel Regno Unito con O2. I servizi sarebbero attesi per l’estate sui cellulari Nokia: vedremo se sarà vera anche questa nuova mossa della BigG (in attesa del fantomatico GPhone ?)

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore