Google e le informazioni sensibili

Network

Secondo alcuni osservatori, la nuova ricerca per tipo di file di Google permetterebbe di accedere a dati riservati

Nei giorni scorsi, alcuni commentatori avevano osservato che, utilizzando le nuove funzionalità del motore di ricerca Google, che permettono di cercare nel contenuto di un determinato tipo di file (Pdf, Word, Excel, PowerPoint e Rtf), era possibile trovare informazioni aziendali piuttosto riservate, come piani economici o progetti in fase di sviluppo. Per esempio, utilizzando la stringa di ricerca Index of / +banques +filetypexls, era possibile incappare in fogli di calcolo appartenenti a banche, che possono contenere file sensibili. Secondo Mark Read, analista di sicurezza presso MIS, il concetto non è per niente nuovo, e da anni è possibile fare ricerche di questo tipo, con uno sforzo solo lievemente maggiore. Ha poi proseguito dicendo che se da una semplice ricerca fatta su Internet possono emergere dati sensibili di un sito, evidentemente lazienda in questione non si cura per niente della sicurezza. Affinché siano indicizzati da un motore di ricerca, i file devono difatti essere collegati a una pagina accessibile al pubblico, oppure contenuti in una directory che consente di ottenere lelenco dei file via Internet. Pubblicare su Internet dati in questo modo, insomma, sarebbe come lasciare in portineria una busta con tutti gli stipendi e sperare che nessuno se la porti via.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore