Google entra in politica (nella blogosfera)

Aziende

I post estendono la visione della BigG sulla neutralità della rete, sul ruolo
di YouTube a favore dell’interazione e della democrazia, ma niente trapela sulla
Cina.

GOOGLE ha lanciato un blog sulla sua politica sociale, dando un’idea del metodo di approccio di Mountain View nei confronti di quelle che considera ?questioni fondamentali per il futuro di Internet ?. L’azienda ha manifestato l’intenzione di creare un dialogo per facilitare il compito di ?raffinare e migliorare le [sue] posizioni politiche e le strategie di difesa ?. Titolare del blog è Andrew McLaughlin, direttore delle Politiche Sociali e degli affari governativi. I post recenti estendono il discorso sulla visione di Larry e Sergey sulla neutralità della rete, sul ruolo di YouTube a favore dell’interazione e della democrazia, sulle visite a Googleplex dei candidati presidenzial i e, stranamente, niente sulla Cina. Man mano che Google e il suo patrimonio crescono, l’azienda ha l’esigenza di accrescere la sua influenza politica.Acquisendo aziende in tutto il mondo e integrandole nei suoi ingranaggi, le sue attività sono destinate a richiamare l’attenzione di Washington, così un ufficio per le politiche sociali serve sicuramente come punto di incontro tra Google e il governo. McLaughlin in precedenza ha gestito l’ICANN, per cui ha esperienza da vendere sull’intersezione tra politica, legge e governo e attualmente è membro superiore del Berkman Center di Harvard. Dovrà lavorare sodo per evitare a Google di finire come Microsoft: causa legale dopo causa legale?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore