Google guarda a Demand Media

MarketingNetwork

Le storie e i video di Demand Media sono “specchietti per le allodole” per gli inserzionisti che utilizzano Google AdWords

Torna l’interesse per i contenuti digitali (non chiamiamole più News). Nell’era iPad e degli e-book reader, il contenuto vale oro. Yahoo! ha acquisito Associated Content e messo nel mirino l’Huffington Post di Arianna Huffington.

Invece Google starebbe guardando a Demand Media. Demand Media va verso un’Ipo da 1.5 miliardi di dollari. Fondato nel 2006, quando Rupert Murdoch acquistava MySpace (all’epoca primo social network), Demand Media è l’online publishing che si focalizza solo su ciò che cercano gli utenti consumer online, dando in pasto solo ciò che gli algoritmi decretano come appetibile.

L’ingrediente segreto di Demand Media, secondo il Financial Times, è il set di algoritmi che analizza i dati dei motori di ricerca e i Log di traffico verso topic in grado di identificare le keyword (ovvero le parole chiave) che gli inserzionisti sono disposti a pagare.

Le storie e i video di Demand Media sono “specchietti per le allodole”  per gli inserzionisti che utilizzano Google AdWords.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore