Google ha rinunciato alla carta stampata

Aziende

Il Ceo Eric Schmidt ha ammesso di avervi fatto un pensierino, ma di averlo poi accantonato per via della spesa e dei rischi: meglio ottimizzare l’advertising online

Lo scorso inverno la scure di Google ha ucciso Print Ads , ma Google aveva accarezzato l’idea di acquisire un giornale, per poi rinunciarvi: troppe spesi e rischi eccessivi. Il Ceo Eric Schmidt ha ammesso di aver fatto un pensierino alla vecchia carta stampata, come il Financial Times aveva subodorato, ma poi il progetto è sfumato.

Google ha azzerato questi progetti e ora non penserà più a mescolare contenuti con tecnologia. Piuttost o darà una mano agli editori in crisi, per aiutarli con l’advertising, ad ottimizzare i propri risultati, per uscire dal tunnel.

Chissà se questa mossa rientra nella strategia di Google di sfuggire al radar Antitrust , perché troppa regolamentazione dei mercati, in fondo uccide 8o almeno fa evaporare) l’innovazione creativa. Google può in fondo essere di pubblica utilità (vedi il flu trends contro la nuova influenza ), spiega il Financial Times .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore